,,
Virgilio Sport

Europa League, Roma-Ludogorets 3-1: Zaniolo e Pellegrini salvano Mourinho. Pagelle

Grazie a un secondo tempo da protagonista, Zaniolo disintegra il Ludogorets e regala alla Roma il passaggio del turno in Europa League. Bene Volpato e Pellegrini, male Belotti e Smalling

03-11-2022 23:11

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Content Specialist

Giornalista pubblicista, redattore e autore, collabora da quasi 15 anni con il giornale dalla sua città, è content creator per diversi siti di divulgazione. Per Virgilio Sport segue i protagonisti del pallone ed è capace di trasformare in video tutto ciò che tocca

Chiamata a vincere a ogni costo per non abbandonare l’Europa League, contro il Ludogorets, la Roma regala un tempo, poi la ribalta grazie alla freddezza di Pellegrini e al grande impatto di Zaniolo. Apre il match la staffilata di Rick che, a un passo dall’intervallo, fa il vuoto centralmente e fulmina Rui Patricio dal limite. Nella ripresa, Pellegrini ribalta il risultato con un doppio calcio di rigore e la grande giocata di Zaniolo che fissa il 3-1 e regala la qualificazione ai playoff ai giallorossi.

Roma-Ludogorets, i momenti chiave della gara

In un primo tempo fatto di fiammate, soprattutto di marca bulgara, la Roma manca alcune buone occasioni e, al 41′ incassa il gol che complica le cose. La firma è quella di Rick, che sfrutta il buco centrale, resiste ai tentativi di recupero di Camara e Pellegrini, sfrutta al meglio il ritardo in chiusura di Smalling e chiude la sua splendida cavalcata con un destro dal limite che non lascia scampo a Rui Patricio.

A inizio ripresa, Mourinho rivoluziona la Roma buttando nella mischia Volpato, Zaniolo e Cristante e l’inerzia del match cambia. I giallorossi alzano il ritmo e, al 10′ trovano il pari con il rigore di Pellegrini. Passano altri 10′ e, ancora per un fallo preso da Zaniolo in area, ancora dal dischetto, Pellegrini cambia angolo e fa 2-1. Quando mancano 5′ al novantesimo, Zaniolo si mette in proprio e tira fuori dal cilindro la giocata del fuoriclasse che porta al tris del definitivo 3-1.

Leggi QUI tutte le azioni di Roma-Ludogorets

Roma-Ludogorets, Zaniolo show

Al termine del match contro il Ludogorets, che è valso la qualificazione, la sensazione è che nelle gare che contano, la Roma non possa fare a meno di Nicolò Zaniolo. Esattamente come nella finale di Conference League contro il Feyenoord, il centrocampista offensivo giallorosso è decisivo. I complimenti e la parole al miele dispensate da Mourinho fin dall’arrivo a Trigoria non sono un caso e, ora, Zaniolo sembra pronto a prendersi sulle spalle la Roma. Due rigori guadagnati, tanta grinta, giocate e un gol da capogiro, che non lasciano dubbi sulle qualità e sulla voglia di spaccare le partite del 22. E domenica c’è il derby…

Le pagelle di Roma-Ludogorets

Smalling 5: Nel corso della prima frazione difende con ordine, ritarda, però, la chiusura su Rick in occasione del gol che mette i brividi alla Roma.

Camara 5: Molto meno brillante delle ultime uscite il giovane centrocampista guineano in prestito dall’Olympiakos si lascia passare con troppa facilità. Gioca un solo tempo ed è abbastanza.

Pellegrini 7,5: Nei primi 45′ è tra i migliori in campo, ci prova dalla distanza senza fortuna. Nella ripresa è freddo e ribalta il match con dure rigori perfetti.

Belotti 5: Un tempo passato a sbattersi e a provarci. Tanta grinta, ma pochissima precisione nelle scelte e nella tecnica.

Volpato 7: Mezz’ora che vale oro, Mourinho lo richiama in panchina solo perché la missione sorpasso era compiuta c’era bisogno di maggiore copertura. Ora è certo, la Roma ha trovato un talento incredibile.

Zaniolo 9: Due rigori guadagnati, grinta e un gol cercato, voluto e inventato praticamente dal nulla. Nelle serate che contano, si esalta e la qualificazione porta la sua firma.

Rick 6,5: L’azione del vantaggio dei bulgari è un capolavoro assoluto. La Roma lascia una prateria, ma lui è bravo ad andare fino in fondo e a piazzare alla destra di Rui Patricio

Cicinho 4: Gara disastrosa, prende subito un giallo, poi, è tra gli artefici della rimonta della Roma. Fallo su Zaniolo per il pari, linea sbagliata per il secondo rigore giornata.

Roma-Ludogorets, la pagella dell’arbitro Dabanović 

Nikola Dabanović: 6,5 Il fischietto montenegrino gestire la gara con attenzione e precisione. Sempre vicino all’azione e ben posizionato, non ha dubbi (e prende la decisione giusta) sui due rigori concessi alla Roma e, con l’ausilio del Var, per annullare il gol del possibile 2-2 di Nonato e ed espellere Verdon per il bruttissimo pestone a Zalewski. Manca, forse, qualche cartellino giallo, ma nel complesso, la prova è più che sufficiente.

Roma, ora testa al derby con la Lazio

Archiviata la fase a gironi di Europa League, la Roma torna a pensare al campionato con il derby di domenica sera da non sbagliare. Poi, prima del Mondiale, tocca alle gare con Sassuolo e Torino per chiudere al meglio il 2022. Di sicuro, la stracittadina con la Lazio potrà fare la differenza. La certezza è che, Immobile o meno, i biancocelesti arrivano al match con la voglia di riscattare l’eliminazione dall’Europa League. Mourinho e i suoi hanno, però, dimostrato di poter fare sempre la gara.

Roma-Ludogorets, il tabellino

Roma-Ludogorets 3-1

Roma: Rui Patricio; Ibanez, Smalling, Vina; Karsdorp (1′ st. Cristante), Matic (15′ st. Zalewski), Camara (1′ st. Volpato, 35′ st. Bove), El Shaarawy; Pellegrini; Abraham, Belotti (1′ st. Zaniolo). All.: Mourinho.

Ludogorets: Padt; Witry, Verdon, Nedyalkov, Cicinho; Piotrowski (25′ st. Nonato), Naressi; Tekpetey (25′ st. Despodov), Cauly, Rick; Igor Thiago (25′ st. Tissera). All.: Simundza

Arbitro: Nikola Dabanović (MNE)

Marcatori: 41′ pt. Rick (L), 10′ st. (rig.), 20′ st. (rig.) Pellegrini (R), 40′ st. Zaniolo (R)

Note: Ammoniti: Cicinho (L), Volpato (R), Thiago (L), Nedyalkov (L), Piotrowski (L), Rick (L), Zaniolo (R), Vina (R). Espulsi: Verdon (L)

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...