Virgilio Sport

Italia Euro 2024, infortunio Berardi: Spalletti studia le alternative per un attacco in crisi di gol

La doccia gelata dell'infortunio di Berardi costringe il Ct azzurro a ridisegnare della nazionale. Le alternative non mancano, ma in Germania servirà compiere la scelta giusta

Pubblicato:

Lorenzo Marsili

Lorenzo Marsili

Sport Specialist

Giornalista pubblicista, redattore, divulgatore. E' una delle anime video del sito: racconta in immagini un evento e lo fa come pochi altri

L’infortunio al tendine d’Achille che ha costretto Domenico Berardi a chiudere la propria stagione al 59′ della sfida contro il Verona non complica soltanto il cammino del Sassuolo verso una salvezza incredibilmente complicata, ma si rivela un macigno difficile da aggirare anche per Luciano Spalletti in vista della partecipazione dell’Italia a Euro 2024. Perso il talento neroverde, il ct azzurro valuta le alternative con qualità comunque importanti, ma ancora incapaci di dare certezze.

Infortunio choc per Berardi

Tornato dopo due mesi di stop forzato, Domenico Berardi ha visto concludersi definitivamente la propria stagione dopo nemmeno un’ora di gioco in Verona-Sassuolo. La rottura del tendine d’Achille, infatti, lo obbligherà ai box per un periodo che va dai sei-sette mesi fino ai nove-dieci. Un’eternità che rischia di compromettere i piani salvezza degli emiliani, attualmente penultimi in classifica a quattro punti dalla zona salvezza, ma non solo…

Italia, un attacco tutto da inventare

L’infortunio choc di Berardi costringe, infatti, anche Luciano Spalletti a trovare alternative per la sua Italia in vista di Euro 2024. Se “Mimmo” avrebbe, infatti, potuto essere la certezza, nonostante i numerosi problemi fisici di questa stagione, ora c’è da vagliare una lista di alternative certamente interessanti, ma che difficilmente riusciranno a portare gli azzurri fuori da un’ormai atavica crisi di gol che coinvolge anche le prime punte che, infortuni permettendo, saranno Ciro Immobile, Gianluca Scamacca e Mateo Retegui.

Politano e Raspadori, alfieri Scudetto

Sì, perché, rimpiazzare Berardi sull’out offensivo di destra a pochi mesi dall’appuntamento in Germania da vivere da campioni in carica non sarà semplice. Tra i principali indiziati rientrano soprattutto Matteo Politano e Giacomo Raspadori, che Spalletti conosce benissimo visto che li ha avuti l’anno scorso a Napoli e ci ha vinto anche uno scudetto. In linea di massima, il primo sarebbe maggiormente “sovrapponibile” a Berardi, il secondo sarebbe più un jolly.

Chiesa alla ricerca della versione migliore

Ovviamente, nella lista non può non rientrare Federico Chiesa. Sempre condizioni fisiche permettendo, il bianconero sarebbe da adattare, visto che predilige partire dalla sinistra, ma la rete del Maradona conferma la sua capacità di incidere anche sul lato opposto del campo. Detto questo, i segnali della sconfitta con il Napoli devono non restare un caso isolato in una stagione contraddistinta fin qui da troppi stop forzati.

Orsolini, scelta logica in cerca di una chance

E allora, oltre a Politano, l’alternativa più “naturale” e simile a Berardi nello scacchiere azzurro, che fosse 4-2-3-1 o 4-3-3, sarebbe Riccardo Orsolini. All’esterno dello straordinario Bologna firmato Thiago Motta ha dimostrato di saper (e poter) fare la differenza, ma pecca ancora in continuità ed esperienza su un palcoscenico internazionale. Occhio, però, perché “Orsonaldo” potrebbe stupire tutti.

Inseguono Zaccagni e Gnonto

Attenzione, infine, a candidature che sembrano al momento più indietro nelle gerarchie, ma che potrebbero scalare posizioni. Parliamo principalmente di Mattia Zaccagni e Willy Gnonto. Entrambe prediligono giostrare dalla sinistra, ma non possono essere adattati sulla destra. In particolare, il primo deve provare a chiudere in crescendo una stagione fin qui avara di soddisfazioni e frenata da un problema al piede, che ora parrebbe essere superato.

Il secondo, invece, è stato a lungo fuori rosa nel Leeds, ma nelle ultime uscite è in netta crescita e potrebbe tornare utile con la sua corsa e le sue capacità palla al piede. D’altra parte, il passato insegna che in manifestazioni come l’Europeo è sufficiente una scelta giusta (o sbagliata) per fare tutta la differenza del mondo…

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...