Virgilio Sport

Spagna-Italia, moviola: il mistero Donnarumma e il record di Cristante

La prova dell’arbitro Slavko Vincic nel match di Gelsenkirchen analizzata ai raggi X, il fischietto sloveno ha ammonito cinque giocatori in tutto

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

Classe 1979 di Maribor, Slavko Vincic – scelto per il big match tra Italia e Spagna, è stato l’arbitro della finale di Champions tra Real Madrid e Bayer Leverkusen. Una curiosità: il 28 maggio 2020 si ritrovò coinvolto in una vicenda di sesso droga e armi. La sua unica ‘colpa’ fu quella di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato. Già, Vincic accettò un invito a pranzo in un casolare a Bjeljina, in Bosnia ed Erzegovina, quando all’improvviso la polizia fece irruzione e arrestò circa 30 persone, tra cui proprio l’arbitro sloveno. Fu poi subito rilasciato e ritenuto estraneo ai fatti. Internazionale dal 2010 è considerato uno degli arbitri più solidi anche se al debutto a Euro2024 in Ungheria-Svizzera ha lasciato a desiderare ma come se l’è cavata ieri?

I precedenti di Vincic con Spagna e Italia

L’ultima occasione in cui Vincic ha arbitrato Spagna o Italia, ha diretto… entrambe: c’era lui a fischiare nella semifinale di Nations League del 2023, vinta per 2-1 dalla Roja sulla nazionale allora diretta da Roberto Mancini. In quella circostanza a prevalere fu la Roja che ebbe la meglio (2-1) con il gol in zona di Cesarini di Joselu. Vincic assegnò un rigore agli azzurri poi realizzato da Immobile e annullò una rete a Frattesi per fuorigioco. Prima della semifinale di Nations League tra Italia e Spagna andata in scena nel giugno 2023, gli azzurri avevano già incrociato Slavko Vincic durante il cammino trionfale agli Europei del 2021. Lo sloveno, infatti, arbitrò i quarti di finale contro il Belgio, quando la Nazionale allora allenata da Roberto Mancini s’impose 2-1 grazie ai gol di Barella e Insigne. In generale, i precedenti con ls Spagna sono tre (due pareggi e una vittoria) e quelli con l’Italia quattro (tre vittorie e una sconfitta).

L’arbitro ha ammonito cinque giocatori

Coadiuvato dagli assistenti sloveni Tomasz Klancnik e Andraz Kovacic, con il francese Turpin IV uomo e al Var Nejc Kajtazovic, l’arbitro ha ammonito 5 giocatori, di cui due della nazionale di Spalletti: Donnarumma, Rodri, Cristante, Le Normand e Carvajal.

Spagna-Italia, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Al 6′ brutto fallo di Pedri su Pellegrini, che subisce un intervento non cattivo ma col piede a martello: resta a terra il capitano giallorosso, per l’arbitro non è da ammonizione. Al 14’ giallo a Donnarumma per proteste nei confronti dell’arbitro che aveva fischiato un fallo contro l’Italia, ma stupisce il provvedimento di Vincic perché da capitano il portiere azzurro aveva diritto di poter chiedere spiegazioni al direttore di gara. Al 18’ Vincic s’inventa un fallo di Calafiori bloccando una possibile ripartenza azzurra. Al 47′ secondo giallo della partita. Questa volta viene sanzionato Rodri, anche in questo caso per una parola di troppo all’arbitro. Ripresa si parte con l’ingresso di Cambiaso e Cristante e il giocatore giallorosso dopo soli 20 secondi rimedia un meritato giallo per un brutto fallo su Rodri. Al 69′ intervento in ritardo di Le Normand su Zaccagni: giallo per lui. Tensione nel finale ma l’arbitro non prende provvedimenti tranne che per Carvajal e Spagna-Italia finisce 1-0.

Per Marelli giusto il giallo a Donnarumma

A fare chiarezza è Luca Marelli che su Facebook spiega l’ammonizione a Donnarumma: “Capitano o non capitano, un portiere che esce dalla sua area per protestare è giallo automatico. E’ il problema di avere il portiere come capitano: ha zero senso dare la fascia a un portiere, non a caso è deputato a parlare con l’arbitro il vice capitano. Vincic si è perso anche un giallo su Pedri ad inizio partita per un fallo su Pellegrini: prima pallone pieno poi gamba, senza un secondo movimento. Non ha inciso minimamente ma continua a non convincermi mai fino in fondo. Lo rivedremo molto avanti nelle fasi finali”

Per Casarin Vincic troppo nervoso

Sul Corriere della Sera invece l’analisi dell’ex arbitro e designatore Paolo Casarin: “Partita combattuta fin dall’inizio che costringe Vincic a una direzione con tanti fischi. Nel primo quarto d’ora nessuna protesta ma poi, un fallo contro un azzurro senza la punizione provoca la protesta di Donnarumma. Il giallo è immediato. Vincic è anche nervoso in quanto non gli sembra di poter diminuire il livello di fallosità dei 22. Alla fine del primo tempo giallo anche per lo spagnolo Rodri. Si ricomincia con un fallo di Cristante, ammonito. Anche gli spagnoli compiono falli da ammonizione, al 68’ tocca a Le Normand e sul finire anche all’esperto Carvajal. Vincic si impegna a tenere in ordine la gara, ma sul finire arrivano anche le mischie. Var inoperosa. Arbitro sorpreso dai troppi falli”.

Tags:

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...