Virgilio Sport

Turchia-Portogallo, moviola: l’arbitro non fa sconti a Leao, che guaio per l’attaccante del Milan

La prova di Felix Zwayer al Signal Iduna Park di Dortmund per Euro2024 analizzata ai raggi X, il fischietto tedesco ha ammonito quattro giocatori

Pubblicato:

Fabrizio Piccolo

Fabrizio Piccolo

Giornalista

Nella sua carriera ha seguito numerose manifestazioni sportive e collaborato con agenzie e testate. Esperienza, competenza, conoscenza e memoria storica. Si occupa prevalentemente di calcio

42 anni, tedesco, Felix Zwayer, l’arbitro designato per Turchia-Portogallo, ha debuttato senza infamia e senza lode in Italia-Albania, dove pure commise un errore grave ammonendo Calafiori che era innocente. Zwayer è stato coinvolto nello scandalo delle scommesse calcistiche del 2005 riguardante l’allora arbitro Robert Hoyzer. Ha fatto il suo debutto in Bundesliga il 15 agosto 2009. Zwayer viene impiegato come arbitro FIFA dal 2012. Successivamente, è stato classificato dall’UEFA nella categoria degli arbitri più importanti (“Elite”), in stagione ha diretto Brighton-Roma di Europa League, danneggiando i giallorossi. Ha arbitrato anche la finale di Nations League 2022/23 tra Spagna e Croazia. Dal punto di vista dell’atteggiamento in campo è un arbitro autoritario che ricorre il meno possibile ai cartellini e non predilige il dialogo con i calciatori. Altra caratteristica che lo contraddistingue è che tende a evitare l’aiuto del Var. Tecnicamente spesso approssimativo, ma come se l’è cavata ieri il fischietto teutonico?

I precedenti di Zwayer con Turchia e Portogallo

Zwayer non aveva mai diretto prima la nazionale turca e con i portoghesi aveva precedenti solo a livello di Under 19 ed Under 20.

L’arbitro ha ammonito quattro giocatori

Coadiuvato dagli assistenti Lupp e Achmueller con lo spagnolo Jesús Gil Manzano IV uomo e Dankert al Var, l’arbitro ha ammonito 4 giocatori: Bardacki, Akaydin, Celik, Palinha, tutti nel primo tempo.

Turchia-Portogallo, i casi da moviola

Questi gli episodi dubbi. Primo giallo al 25′, è per Bardakci che era diffidato e salterà la prossima sfida contro la Repubblica Ceca. Stessa sorte al 39’ per Leao che, come già nella prima gara, viene ammonito per simulazione e sarà squalificato. Al 42′ ammonito Akaydin per un fallo su Rafael Leao che interrompe un potenziale contropiede del Portogallo. Non ci sta Çelik che protesta e viene egualmente sanzionato col giallo. Prima del riposo ammonizione anche per Palhinha che ferma una promettente azione d’attacco della Turchia. Nessun giallo nella ripresa da parte del pur fiscale Zwayer e alla fine Portogallo-Turchia finisce 3-0.

Bergonzi elogia l’arbitro

A fare chiarezza è Mauro Bergonzi, l’ex arbitro a Rai2 elogia la condotta del fischietto tedesco: “Severo ma giusto, non ha sbagliato nulla: giusta anche l’ammonizione a Leao che cade ma non subisce assolutamente fallo, è simulazione. La stessa cosa l’aveva fatta con Guida che lo aveva ammonito per lo stesso motivo“.

Tags:

Leggi anche:

Falkesteiner Hotel & Spa Falkesteinerhof

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

EURO TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...